Please select a page for the Contact Slideout in Theme Options > Header Options

Makko-ho | Lo stretching dei meridiani

Makko-ho | Lo stretching dei meridiani
28 Agosto 2016 Arianna Bianchi
stretching dei meridinai

Come riequilibrare i 12 meridiani energetici della medicina cinese con gli esercizi di stretching

Degli esercizi di stretching dei meridiani quelli più importanti sono 6, chiamati Makko-Ho, descritti nel libro Zen per immagini di Shizuto Masunaga, il miglior testo del maestro per la sua completezza, in quanto ne racchiude il suo vero lavoro.

Libro Ogni esercizio di stretching dei Makko-ho lavora su una coppia di meridiani, così da riuscire con un ciclo a trattare tutti e 12 i meridiani principali della medicina cinese.
I 12 in questione sono: Polmoni e Intestino Crasso, Stomaco e Milza-Pancreas, Cuore e Intestino Tenue, Vescica Urinaria e Reni, Mastro del Cuore e Triplice Riscaldatore, Vescicola Biliare e Fegato.

Il libero fluire dell’energia in questi meridiani è la base fondamentale per il benessere e per la salute; gli esercizi di stretching sono molto utili a tale scopo.

→ Un altro testo molto interessante è Lo stretching dei meridiani di Gianna Tomlianovich (traduttrice del libro Zen per immagini di Masunaga), che nel suo libro amplia il lavoro sui canali energetici proponendo diversi nuovi esercizi mirati al loro riequilibrio.

Da ricordare durante l’esecuzione degli esercizi di stretching dei meridiani:

– Eseguire i movimenti durante l’espirazione.
– Non forzare ma portare dolcemente il corpo fino al limite di resistenza e fermarsi in questa posizione respirando profondamente.
– Mantenere ogni posizione per almeno un minuto.

POLMONE / INTESTINO CRASSO – (Elemento Metallo)

L’esercizio:
Posizione iniziale: eretta, a gambe distese e divaricate, distanti fra loro della stessa larghezza delle spalle o delle anche, piedi paralleli.

Stretching dei meridiani di polmone e intestino crasso

Braccia tese dietro la schiena con i pollici agganciati tra loro e gli indici tesi.
Inspirare profondamente ed espirando piegare il tronco in avanti lasciandolo cadere rilassato, avvicinandolo il più possibile alle gambe. Stendere le braccia all’indietro puntando gli indici in alto.
Ad ogni espirazione flettersi in avanti un po’ di più.
Respirare profondamente in questa posizione e poi piegare leggermente le ginocchia; risalire espirando e tornare in posizione eretta.
Scambiare i pollici e ripetere.

La funzione dei meridiani:
L’energia del meridiano di Polmone ci consente di ricevere il Ki (energia) attraverso la respirazione, attraverso lo scambio d’aria con l’esterno.
Ad un livello energetico più sottile, il meridiano dei Polmoni regola tutti gli scambi con l’esterno, includendo anche i rapporti interpersonali. Un buon equilibrio energetico in questo meridiano ci consente un buon rapporto con il mondo esterno.
Il meridiano di Intestino Crasso è complementare con il meridiano di Polmone e consente l’eliminazione di sostanze di rifiuto sia fisiche che mentali: la capacità a lasciar andare idee, pensieri, cose ormai inutili alla nostra persona è determinata dall’armonico fluire energetico nel meridiano di Intestino Crasso.

Stretching dei meridiani di stomaco e milza-pancreasSTOMACO / MILZA PANCREAS – (Elemento Terra)

L’esercizio:
Dalla posizione iniziale in ginocchio, allargo i piedi e se possibile arrivo fino a terra con i glutei. Inspiro profondamente ed espirando appoggio le mani a terra dietro la schiena sentendo l’allungamento delle cosce e di tutta la parte frontale del corpo.
All’espirazione successiva appoggio i gomiti a terra. Se il corpo è sufficientemente sciolto, all’espirazione successiva appoggio la schiena e terra, stendo le braccia oltre la testa e rimango per qualche respirazione in questa posizione.
Pur evitando di tener rigidamente unite le ginocchia, provo a tenerle vicine al meglio possibile, senza sforzo eccessivo. Se questo non è possibile è necessario fermarsi prima, ovvero alla fase in cui sono appoggiati i gomiti o le mani.
Lentamente torno alla posizione di partenza e mi piego in avanti portando la fronte a terra per rilassare la schiena.

La funzione dei meridiani:
L’energia del meridiano di Stomaco ci consente di assumere nutrimento. Precisamente non soltanto il nutrimento fisico, ma anche il nutrimento spirituale, mentale e sociale.
Il meridiano di Stomaco è infatti correlato al nostro appetito, un appetito generale (non solo di cibo) nei confronti dell’intera vita.
La Milza ha invece la funzione di ricavare energia dal nutrimento e questo vale tanto per il nutrimento fisico quanto anche per il nutrimento più sottile .

Stretching dei meridiani di cuore e intestino tenueCUORE / INTESTINO TENUE – (Elemento Fuoco primario)

L’esercizio:
Seduti a terra, gambe piegate, ginocchia in fuori e piante dei piedi uniti, il più possibile vicini al bacino.
Afferro con le mani le punte dei piedi o le caviglie, spingo le ginocchia verso terra, apro i gomiti ed espirando piego il tronco in avanti, facendo partire il movimento dal bacino.
Idealmente la fronte dovrebbe arrivare a toccare le dita dei piedi e gomiti e ginocchia appoggiarsi a terra, ma non c’è bisogno di forzare per raggiungere la posizione.
Respiro profondamente per tutto il tempo dell’esecuzione e poi lentamente ritorno alla posizione di partenza.

La funzione dei meridiani:
L’energia del meridiano di Cuore provvede all’armonia della nostra anima e dei nostri sentimenti; ci dà la calma interiore e la chiarezza dello spirito. Strettamente correlata a quella del Cuore è l’energia del meridiano di Intestino Tenue che ha il compito di separare ciò che è puro da ciò che è impuro: un buon equilibrio energetico all’interno di questo meridiano permette di avere la capacità di discernere se gli input esterni sono per noi necessari, inutili o dannosi.

Stretching dei meridiani di vescica urinaria e reniVESCICA URINARIA / RENI – (Elemento Acqua)

L’esercizio:
Seduti a terra con la schiena dritta e le gambe distese e parallele tra loro.
Espirando vado in avanti con il busto facendo partire il movimento dal bacino. Spingo il tronco e le braccia in avanti come se volessi andare a toccare qualcosa che è oltre i miei piedi.
Le ginocchia sono tese e il dietro delle gambe il più possibile a contatto con il pavimento.
Respiro profondamente e ad ogni espirazione cerco di andare un po più avanti.
Dopo qualche respirazione torno alla posizione iniziale.

La funzione dei meridiani:
Il meridiano di Vescica Urinaria regola, insieme ai Reni, la funzione di purificazione del corpo. Regola inoltre il sistema delle ghiandole ormonali ed influenza la capacità di agire con energia e risolutezza. Il meridiano dei Reni lavora in coppia con quello della Vescica Urinaria, ma è anche la sede dell’energia vitale di base. Inoltre è l’energia dei Reni a permetterci di sopportare gli stress di ogni tipo.

Stretching dei meridiani di mastro del cuore e triplice riscaldatoreMASTRO DEL CUORE / TRIPLICE FOCOLARE – (Elemento Fuoco secondario)

L’esercizio:
La postura seduta ideale per questo esercizio è la posizione del loto dello yoga. In questa posizione le gambe poggiano il piede sulla coscia dell’altra gamba. Per questo esercizio è buona anche la posizione di “mezzo loto”, in cui solo un piede è posto sull’altra coscia. Si può fare l’esercizio anche semplicemente seduti a gambe incrociate, senza portare i piedi in appoggio sulle cosce.
Le braccia incrociate afferrano con le mani il ginocchio opposto.
Fletto il busto in avanti con la fronte che va verso il pavimento, usando le braccia per tirarmi giù il più possibile.
Lascio che la testa cada verso il basso, senza preoccuparmi di tenere la schiena dritta.
Dopo qualche respiro, torno nella posizione seduta e cambio l’incrocio delle gambe, ripetendo la posizione.

La funzione dei meridiani:
Il meridiano di Mastro del Cuore corrisponde, anatomicamente, al pericardio, la membrana che protegge il cuore. Infatti anche dal punto di vista energetico il Mastro protegge il meridiano del Cuore. L’energia di questo meridiano ci dà la capacità di mantenere la calma nei momenti di agitazione e accompagna i nostri momenti di gioia.
Il meridiano di Triplice Focolare, a differenza degli altri undici meridiani tradizionali, non è correlato ad un organo specifico, ma ha un ruolo estremamente importante: riscalda e protegge il corpo.

Stretching dei meridiani di vescicola biliare e fegatoFEGATO / VESCICOLA BILIARE – (Elemento Legno)

L’esercizio:
Sedersi a terra con una gamba tesa e divaricata, l’altra piegata. E’ importante non piegare il ginocchio della gamba tesa, in modo che il dietro delle gambe sia a terra.
Porto in alto le braccia distese, intrecciando le dita e girando le palme in su.
Stiro i gomiti e inizio a inclinare il busto da una parte. Fletto verso un piede con il braccio dalla stessa parte che va verso il basso.
Mantengo lo stiramento laterale, senza girare il torace nella direzione della flessione.
Dopo qualche respiro torno nella posizione iniziale.

La funzione dei meridiani:
Il meridiano di Vescicola Biliare rappresenta l’aspetto esecutivo che pianifica e mantiene l’equilibrio del corpo e della psiche. L’energia della Vescicola Biliare regola la capacità di prendere decisioni e di assumersi responsabilità.
L’energia del meridiano di Fegato invece viene spesso paragonata, nei testi di medicina tradizionale cinese, a un generale: essa, con sguardo limpido, mantiene l’ordinamento interno del corpo e ci consente di pianificare e vedere con chiarezza. Uno squilibrio in questo meridiano può essere la causa di un temperamento insofferente e facilmente irascibile.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*